Domanda

Foto dell'utente Martina

Ariosto e l'Orlando Furioso

Qual è il motivo per cui Ariosto rende la sua opera ricca di continui riferimenti ad altri autori?

Il 7 febbraio 2016 alle 20:39, da Martina Rossi
Conosci la risposta? Rispondi ora!
Foto dell'utente Matilde

Ciao Martina, innanzitutto perdonaci per il ritardo nella risposta! Ariosto inserisce la sua opera all'interno di un'ampia tradizione letteraria che parte dal ciclo carolingio (e principalmente dalla Chanson de Roland http://www.oilproject.org/lezione/chanson-de-roland-orlando-carlo-magno-epica-10935.html ) per arrivare all'Orlando Innamorato ( http://www.oilproject.org/domanda/credo-che-la-mia-risposta-sia-giusta-17433.html ) di Boiardo ( http://www.oilproject.org/lezione/amorum-libri-tres-orlando-innamorato-matteo-maria-boiardo-estensi-ferrara-5770.html ). Particolare importanza ha in questo caso il poema di Boiardo, di cui l'Orlando Furioso vuole essere ideale continuazione. Ariosto, insomma, è consapevole che il suo poema si inserisca in una complessa e lunga tradizione letteraria; e questo discorso non vale solo per quanto riguarda la trama ma anche per quanto riguarda lo stile stesso dell'opera, che si inserisce così nel vivo dibattito sulla lingua contemporaneo alla stesura dell'Orlando. Infatti l'ultima edizione dell'Orlando Furioso viene revisionata secondo i canoni promossi da Pietro Bembo ( http://www.oilproject.org/lezione/opere-pietro-bembo-prose-della-volgar-lingua-asolani-rinascimento-italiano-5915.html ) nel suo celebre Prose della volgar lingua ( http://www.oilproject.org/lezione/bembo-prose-della-volgar-lingua-baldassar-castiglione-5995.html ). Ciao!

Cerca tra migliaia di lezioni, corsi ed esercizi, quello che fa per te!
categorie
corsi
video
testi
esercizi
domande
definizioni