La Rivoluzione francese e l'età napoleonica

Dalla convocazione degli Stati Generali alla presa della Bastiglia, dalla Dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino al regime del Terrore, dalla diffusione degli ideali rivoluzionari fino alla straordinaria ascesa e caduta di Napoleone Bonaparte: l'Europa negli anni che vanno dal 1789 a 1815 è davvero ad una svolta epocale, che segna profondamente l'idea di modernità che tuttora condividiamo.

Le ragioni economiche e sociali in cui versa la Francia negli ultimi decenni del Settecento portano alla crisi del sistema di "antico regime", con la sua rigida divisione nelle tre classi sociali (aristocrazia, clero e Terzo stato). L'ascesa della borghesia non è tuttavia esente da contraddizioni drammatiche, che vedono da un lato l'affermazione dei valori di libertà ed uguaglianza e dall'altro il cupo periodo del Terrore e della ghigliottina. Tocca poi ad una figura presto assurta al rango del mito - Napoleone Bonaparte - cavalcare l'onda dei nuovi ideali: le grandi battaglie napoleoniche (in Italia, Egitto e per tutta Europa) non affermano solo il suo genio militare, ma ridisegnano in maniera definitiva la carta, politica e culturale, del Vecchio Continente.

Il corso, coordinato da Oilproject e dal Laboratorio LAPSUS, ripercorre questo complesso ed entusiasmante periodo, rintracciando le cause e le conseguenze dei diversi eventi e fenomeni che sconvolgono la società e la mentalità europea. Oltre ai video, fanno parte del corso anche alcune prove di verifica della propria preparazione.

 

Domande
Cerca tra migliaia di lezioni, corsi ed esercizi, quello che fa per te!
categorie
corsi
video
testi
esercizi
domande
definizioni