Giovanni Pascoli (1855-1912) è uno dei poeti più importanti della letteratura italiana. La poetica pascoliana è intrisa di quel pessimismo cosmico che fa dell'autore uno dei principlai esponenti del Decadentismo italiano. Rifiutando le spiegazioni della corrente positivista, Pascoli considera la poesia come un elemento irrazionale che permette di giungere al vero. In questo senso l'autore sviluppa la cosiddetta "poetica del fanciullino", che vede il poeta come un soggetto capace di vedere al di là dell'aspetto più superficiale delle cose. L'infanzia è per Pascoli l'età ideale, che porta con sé il ricordo del nido famigliare perduto per sempre. La poesia pascoliana vede un utilizzo innovativo del linguaggio, che diviene fortemente fono-simbolico.

Corsi 1

Lezioni 43

Andrea Cortellessa

video

Andrea Cortellessa

video

Andrea Cortellessa

video

Andrea Cortellessa

video

Andrea Cortellessa

video

Andrea Cortellessa

video

Rachele Jesurum

testo

Andrea Cortellessa

video

Rachele Jesurum

testo

Luca Daino

testo

Rachele Jesurum

esercizio

Luca Ghirimoldi

testo

Rachele Jesurum

testo

Luca Daino

testo

Matilde Quarti

testo

Cerca tra migliaia di lezioni, corsi ed esercizi, quello che fa per te!
categorie
corsi
video
testi
esercizi
domande
definizioni