Video

L'utilitarismo da Jeremy Bentham a John Stuart Mill

A cura di:

Il pensiero economico ortodosso si fonda sulla filosofia di Jeremy Bentham. La videolezione ne ripercorre brevemente i concetti fondamentali, dalla definizione di utilità alla descrizione dell'etica consequenzialista, e si conclude con gli arricchimenti apportati all'utilitarismo da John Stuart Mill.

L'utilitarismo di Jeremy Bentham cambia profondamente il modo di valutare l'attività umana. Ciò che motiva l'agente economico a comportarsi in un modo piuttosto che in un altro è l'esigenza di massimizzare la propria utilità.

Da un punto di vista benthamiano, quindi, le politiche pubbliche devono far sì che la somma delle utilità individuali sia la più alta possibile. L'approccio utilitarista delle origini verrà corretto ed integrato, verso la metà del XIX secolo, da John Stuart Mill, filosofo ed economista inglese figlio di James Mill, pensatore utilitarista e collaboratore di Bentham. John Stuart Mill critica il razionalismo assoluto e sottolinea il ruolo della sfera emotiva nella costruzione del processo decisionale umano.

Luciano Canova, nato a Sondrio nel 1978. E' una mirabile sintesi tra Von Hayek e Italo Calvino: possiede le capacità narrative del primo e l'abilità computazionale del secondo. Insegna economia sperimentale e della felicità alla Scuola Enrico Mattei. I suoi interessi di ricerca variano lungo uno spazio delle possibilità che non segue la geometria euclidea.

Domande

Non c'è nessuna domanda su questa lezione!

Hai dubbi? Fai una domanda!
Relatori

Luciano Canova

Ricercatore presso Scuola Enrico Mattei

Dottorato di ricerca - Università Cattolica di Milano

Cerca tra migliaia di lezioni, corsi ed esercizi, quello che fa per te!
categorie
corsi
video
testi
esercizi
domande
definizioni