La fattura e le aliquote: riassunto ed esercizi di economia aziendale

La fattura è il documento che comprova l’esecuzione del contratto da parte del venditore e il suo diritto a riscuotere il prezzo stabilito; ai fini fiscali determina l’IVA sulla compravendita

Esistono due tipi di fattura: 

  • Fattura immediata: deve essere emessa entro le ore 24 del giorno della consegna. 
  • Fattura differita: deve essere emessa entro il 15 del mese successivo a quello della consegna della merce, che durante il trasporto è accompagnata da un DDT (qui e nel seguito, Documento di trasporto). 

La fattura deve essere emessa ogni volta che avviene uno scambio economico di beni ad opera di un soggetto che sia imprenditore (inteso sia come imprenditore individuale sia come impresa collettiva ovvero società) o libero professionista o artista. Essa deve essere emessa da parte del venditore (che può delegare il compratore o un terzo) e deve avere il seguente contenuto di minima: 

  • Data di emissione 
  • Numero progressivo di emissione (normalmente per anno solare) 
  • Dati identificativi del venditore (fra cui il codice fiscale e il numero di partita IVA) 
  • Dati identificativi del compratore 
  • Descrizione della qualità, quantità e del prezzo delle merci vendute 
  • Gli eventuali sconti, spese accessorie e spese documentate previste 
  • L’imponibile IVA e il relativo calcolo dell’imposta 
  • Il totale fattura 

Ogni fattura si compone di due parti: parte descrittiva e parte tabellare. 

PARTE DESCRITTIVA 

INTESTAZIONE DEL VENDITORE
$(1)$

SPETT. …
$(2)$

DDT. nr. … del … $(3)$ Fattura nr. … del … $(4)$

CONSEGNA

$(5)$

TRASPORTO

$(6)$

IMBALLAGGIO

$(7)$

PAGAMENTO

$(8)$

$(1)$ Inserire i dati del venditore: Denominazione / Ragione sociale, Indirizzo, Codice fiscale, Partita IVA 
$(2)$ Inserire i dati identificativi del compratore 
$(3)$ Gli estremi del DDT devono essere compilati solo in caso di fattura differita 
$(4)$ Riportare gli estremi della fattura 
$(5)$ Inserire una di queste condizioni: 

  • Franco Magazzino Venditore (FMV) / Franco Partenza (FP), se il compratore ritira direttamente la merce presso il magazzino del venditore 
  • Franco Magazzino Compratore (FMC) / Franco Destino (FD), se il venditore consegna con proprio automezzo la merce presso il magazzino del compratore 
  • Porto Franco (PF), se la consegna è effettuata da un vettore il cui costo è pagato dal venditore alla partenza 
  • Porto Assegnato (PA), se la consegna è effettuata da un vettore il cui costo è pagato dal compratore all’arrivo 

$(6)$ Indicare il soggetto che si occupa del trasporto: Venditore – Compratore – Vettore 

$(7)$ Può essere: 

  • Gratuito 
  • Fatturato a parte, nel qual caso il costo rientra nell’imponibile 
  • A rendere, se è previsto il pagamento di cauzioni che non rientrano nell’imponibile 

$(8)$ Indicare la data entro cui deve avvenire il pagamento 

PARTE TABELLARE 

Permette la determinazione dell’IVA e il conseguente calcolo del totale da pagare (totale fattura).

QUANTITÀ

DESCRIZIONE

PREZZO UNITARIO

IMPORTO
$Q_x$ Merce $X$ $P_x$ Importo Merce $X$ $(1)$
$Q_y$ Merce $Y$ $P_y$ Importo Merce $Y$ $(2)$
  TOTALE MERCE   $\color{blue}{\dots}$ $(3)$
  - Sconti incondizionati   - sconto $(4)$
  + Spese accessorie   $\dots$ $(5)$
  TOTALE IMPONIBILE   $\color{blue}{\dots}$ $(6)$
  + IVA   $\color{blue}{\dots}$ $(7)$
  + Spese documentate   $\color{blue}{\dots}$ $(8)$
  + Cauzioni per imballaggi   $\color{blue}{\dots}$ $(9)$
  + Interessi di dilazione   $\color{blue}{\dots}$ $(10)$
  TOTALE FATTURA   $\color{blue}{\dots}$ $(11)$

$(1)$ Si ottiene moltiplicando la quantità della merce $X$ per il suo prezzo unitario: $Q_x \times P_x$ 
$(2)$ Si ottiene moltiplicando la quantità della merce $Y$ per il suo prezzo unitario: $Q_y \times P_y$ 
$(3)$ Il Totale Merce si ottiene effettuando la somma degli importi di ciascuna merce: in questo caso, $$ \text{Totale Merce} = \text{Importo Merce } X + \text{ Importo Merce } Y $$
$(4)$ Uno sconto si dice “incondizionato” quando viene applicato con certezza dal venditore, senza dover verificare l’avverarsi di alcuna condizione (ad esempio il pagamento in contanti). Esso si calcola come la percentuale di sconto praticato moltiplicato per il totale merce: con un’unica formula, $$\text{Totale Merce} \times \frac{\text{Percentuale di sconto}}{100}$$
$(5)$ Le spese accessorie vengono dette anche a forfait o non documentate: è il costo addebitato dal venditore al compratore per servizi offerti dal venditore stesso. 
$(6)$ Il Totale Imponibile si ottiene sommando al Totale Merce le Spese accessorie e sottraendo gli Sconti incondizionati: in una formula$$\text{Totale Imponibile } = \text{ Totale merce } - \text{ Sconti incondizionati }+ \text{ Spese accessorie}$$ 
$(7)$ L’IVA è una percentuale del Totale Imponibile: si ottiene con la moltiplicazione$$\text{IVA } = \text{Totale imponibile } \times \frac{\text{Aliquota IVA}}{100}$$Le aliquote IVA attualmente vigenti sono tre, e dipendono dalla tipologia della singola merce: 

  • IVA ultraridotta ($4\%$) sui beni di prima necessità: latte, burro, pane, pasta, riso, frutta, … 
  • IVA ridotta ($10\%$) sui beni e servizi di largo consumo: carni, salumi, the, miele, … 
  • IVA ordinaria ($22\%$) su tutti gli altri beni e servizi: cellulari, computer, abbigliamento, … 

$(8)$ Si tratta del costo di servizi offerti da terzi (ad esempio il trasporto effettuato da un vettore) che viene anticipato dal venditore in nome e per conto del compratore. Tali costi sono detti “spese documentate” in quanto risultano da un altro “documento”, ovvero un’altra fattura, e pertanto sono comprensivi di IVA. 
$(9)$ Sono presenti solo in caso di imballaggio a rendere e si tratta di somme versate dal compratore al venditore per l’utilizzo di imballaggi di sua proprietà; se gli imballaggi verranno riconsegnati, anche le cauzioni saranno restituite dal venditore al compratore. 
$(10)$ Sono concordati fra venditore e compratore in caso di pagamento dilazionato. 
$(11)$ Si ottiene sommando al Totale imponibile le voci “IVA”, “Spese documentate”, “Cauzioni per imballaggi” e “Interessi per dilazione”.

ESERCIZIO SVOLTO 

In data 13 maggio N, la Tre Stelle S.p.A. di Torino ha emesso fattura immediata nr. 33 sul Ristorante “Da Adriano” di Milano per la vendita di 3 forni industriali al prezzo di $8.000$ € / cad. 
Vengono applicate le seguenti condizioni di vendita: 

  • IVA ordinaria 
  • Sconto $5 \%$ 
  • Spese di controllo qualità $2.000$ € 
  • Trasporto tramite vettore Speedy S.r.l. il cui costo di $500$ € + IVA è anticipato dal venditore in nome e per conto del compratore 
  • I componenti dei forni sono imballati in casse metalliche per le quali sono richieste cauzioni di $300$ € 
  • Pagamento a tre mesi con interessi di $100$ € 

Compilare la fattura immediata relativa a quanto sopra. 

INTESTAZIONE DEL VENDITORE

Tre Stelle S.p.A.

Corso Grosseto

Torino (TO)

C.F. / P.IVA 05052002333

SPETT. …

Ristorante “Da Adriano”

Via Turati, 18

Milano (MI)

P.IVA 12345678900
 
Fattura nr. 33 del 13 maggio N
 

CONSEGNA

Porto Franco

TRASPORTO

A cura del vettore Speedy Srl

IMBALLAGGIO

A rendere

PAGAMENTO

A tre mesi con interessi

 

QUANTITÀ DESCRIZIONE

PREZZO UNITARIO

IMPORTO
3 Forni industriali 8.000,00 24.000,00
  - Sconto 5%   - 1.200,00
      22.800,00
  + Spese di controllo qualità   2.000,00
  TOTALE IMPONIBILE   24.800,00
  + IVA 22%   5.456,00
  + Trasporto   610,00
  + Cauzioni per imballaggio   300,00
  + Interessi per dilazione   100,00
  TOTALE FATTURA   31.266,00

ESERCIZIO SVOLTO: LA FATTURA A DUE ALIQUOTE 

Si ripropone l’esercizio precedente nell’ipotesi che siano acquistate, e quindi inserite in fattura, due differenti tipologie di merci colpite da una diversa aliquota IVA. 

In data 13 maggio N, la Tre Stelle S.p.A. di Torino ha emesso fattura immediata nr. 33 sul Ristorante “Da Adriano” di Milano per la vendita di 3 forni industriali al prezzo di $8.000$ € / cad e 200 confezioni di preparati per pizza a $50$ € / cad.
Vengono applicate le seguenti condizioni di vendita: 

  • IVA ordinaria sui forni industriali e IVA ridotta sui preparati per pizza 
  • Sconto $5 \%$ 
  • Spese di controllo qualità $2.000$ € 
  • Trasporto tramite vettore Speedy S.r.l. il cui costo di $500$ € + IVA è anticipato dal venditore in nome e per conto del compratore 
  • I componenti dei forni sono imballati in casse metalliche per le quali sono richieste cauzioni di $300$ € 
  • Pagamento a tre mesi con interessi di $100$ € 

Si presenta nel seguito la sola parte tabellare della fattura a due aliquote, in quanto la parte descrittiva non varia rispetto a quella precedente. 

QUANTITÀ DESCRIZIONE

PREZZO UNITARIO

IMPORTI IVA 10%

IMPORTI IVA 22%

IMPORTI TOTALI

3 Forni industriali 8.000,00   24.000,00  
200 Preparati per pizza 50,00 10.000,00    
      10.000,00 24.000,00  
  - Sconto 5%

 

- 500,00 - 1.200,00  
  TOTALE MERCE   9.500,00 22.800,00  
  + Spese di controllo qualità $(1)$   588,24 1.411,76  
  TOTALE IMPONIBILE   10.088,24 24.211,76 $(2)$ 34.300,00
 

+ IVA

  $(3)$ 1.008,82 $(3)$ 5.326,59 $(4)$ 6.335,41
  + Trasporto       $(5)$ 610,00
 

+ Cauzioni per imballaggio

      $(5)$ 300,00
  + Interessi per dilazione       $(5)$ 100,00
  TOTALE FATTURA       $(6)$ 41.645,41

$(1)$ È necessario procedere ripartendo le spese accessorie (in questo caso, quelle per il controllo qualità della merce) in base al totale merce.
Si calcola quindi il coefficiente di riparto (C.R.) mettendo al numeratore la spesa da ripartire e al denominatore la somma dei totali merce:$$\text{C.R.} = \frac{ 2.000 }{ 9.500 + 22.800} = 0,06191950464$$Quindi si moltiplica il coefficiente di riparto per ogni totale merce e si inserisce l’importo in fattura nella relativa colonna:\begin{align*}
0,06191950464 \times 9.500 = 588,24 \\ 
0,06191950464 \times 22.800 = 1.411,76 \\ 
\end{align*} 
$(2)$ Si sommano i due imponibili:$$10.088,24 + 24.211,76 = 34.300,00$$ 
$(3)$ IVA ridotta: $10.088,24 \times 10 \% = 1.008,82$ € 
IVA ordinaria: $24.211,76 \times 22 \% = 5.326,59$ € 
$(4)$ Si sommano le due IVA: $1.008,82 + 5.326,59 = 6.335,41$ € 
$(5)$ Gli importi che non rientrano nella base imponibile IVA vengono inseriti direttamente nella colonna degli Importi Totali 
$(6)$ Si ottiene sommando tutti i valori della colonna Importi totali: $34.300 + 6.335,41 + 610 + 300 + 100 = 41.645,41$ €

Rimandiamo a contenuti più specifici per le voci contabili presenti in fatture di acquisto e fatture di vendita.

Domande
Hai dubbi? Fai una domanda!
Sei nel corso di
Potrebbero interessarti
Relatori

Fabio Banderali

Docente di Economia Aziendale presso l’I.T.E. A. Bassi di Lodi

Laurea in Economia e Commercio - Università degli Studi di Pavia

Cerca tra migliaia di lezioni, corsi ed esercizi, quello che fa per te!
categorie
corsi
video
testi
esercizi
domande
definizioni