Domanda

Foto dell'utente Roberta

La metempsicosi

Quale rapporto tra la formulazione della teoria della metempsicosi e le dottrine orientali sulla reincarnazione? Avrebbe potuto in qualche modo Pitagora essere venuto a contatto con filosofie orientali di aiuto alla formulazione della dottrina stessa?

Il 22 febbraio 2015 alle 20:37, da Roberta Marangoni
Conosci la risposta? Rispondi ora!
Foto dell'utente Matilde

Ciao Roberta, la teoria di Pitagora deriva principalmente dall'influenza dei culti mistici orfici, presenti in grecia fin dal VI sec. a.C. L'orfismo infatti basava le sue dottrine sulla credenza che l'anima fosse immortale e che l'immortalità andasse preservata attraverso uni stile di vita puro. La concezione dell'animo nell'orfismo, inoltre, muove oltre l'annientamento della volontà di matrice buddista, ribadendo l'eternità dello spirito rispetto alla materia; da questo punto di vista, allora, mi sembra che la dottrina pitagorica si avvicini molto di più a quella orfica che alle sue "sorelle" orientali. Spero di esserti stata utile, ti mando un saluto! :)

Foto dell'utente Gianluca

La metempsicosi e le dottrine orientali sulla reincarnazione hanno aspetti simili poichè pitagora fece numerosi viaggi anche in oriente e studiando, si è interessato all'argomento e ha preso spunto proprio dalle dottrine orientali per formulare la sua teoria.

Cerca tra migliaia di lezioni, corsi ed esercizi, quello che fa per te!
categorie
corsi
video
testi
esercizi
domande
definizioni